Audiolibri ed e-book, come stanno cambiando le biblioteche

Il libro “elettronico” è sempre più protagonista, anche in biblioteca, e crescente è anche il successo degli audiolibri, sempre più richiesti ed apprezzati.

Era il 2007 quando Amazon presentò il suo primo Kindle, dispositivo digitale sul quale inizialmente pochi avrebbero scommesso, ma oggi basta dare un’occhiata alla fermata dell’autobus o in metropolitana per capire quanti, anche tra i non più giovanissimi, leggano con disinvoltura da ereader, tablet e smartphone, senza naturalmente rinunciare anche ai libri di carta, così come a giornali e riviste. C’è poi un altro interessante capitolo, quello degli audiolibri, forse meno evidente, infatti è difficile sapere se chi indossa delle cuffiette sta ascoltando musica o un romanzo.

Gli audiolibri non sono una novità, esistevano anche su disco e cassetta, ben prima degli e-book, ma oggi stanno riscuotendo un crescente successo, per molti addirittura sorprendente. Cresce anche il numero di editori si stanno interessando alla loro produzione, così come quello di librerie e biblioteche che vi dedicano delle apposite aree.

Gli audiobook sono generalmente in formato mp3, e possono essere sia grandi classici, che opere contemporanee. Pensati in un primo momento per persone con difficoltà di lettura (ipovedenti, anziani, bambini), oggi sono, per tutti, un modo diverso, innovativo ed emozionante per conoscere, o riscoprire, un testo letterario, così come un manuale o una guida.

Non rinunciare alla lettura

Anziani, disabili, persone con difficoltà motorie, ipovedenti: la biblioteca comunale attiva due nuovi servizi per favorire e promuovere la lettura tra alcune delle fasce più deboli della popolazione. Con l’attivazione del progetto Non rinunciare alla lettura il Comune di San Casciano (Firenze) offre ai cittadini, che per ragioni certificate non possono recarsi al punto lettura di via Roma, l’opportunità di usufruire del servizio prestiti a domicilio.

I cittadini ipovedenti inoltre potranno contare sulla disponibilità di una sezione riservata alle loro specifiche esigenze: il Comune infatti sta provvedendo ad ampliare il proprio patrimonio librario dotandosi di audiolibri e testi con caratteri di grandi dimensioni, per facilitare la lettura.

Audiolibri per la cultura: un nuovo progetto nel Lazio

È stato approvato nei giorni scorsi dalla Regione Lazio un progetto per la provincia di Frosinone che permetterà l’istituzione di una sede territoriale del Libro Parlato.

“Accessibilità culturale: sviluppo e diffusione degli audiolibri” è il titolo del progetto promuoverà la diffusione sull’intero territorio in questione degli audiolibri, indirizzato ad utenti non vedenti ed ipovedenti di tutte le fasce di età, in particolare studenti lavoratori e persone anziane.

La sede provvederà alla distribuzione tramite prestito gratuito di audiolibri in formato CD-rom, a domicilio a mezzo posta, oppure consultabili attraverso un apposito sito web.

«Gli audiolibri che verranno distribuiti  – spiegano nel progetto – fanno parte del patrimonio del Centro del Libro Parlato, che verranno duplicati in loco, ma anche di una produzione locale volta a risaltare le bellezze paesaggistiche e la storia della Ciociaria, promuovendo gli autori del nostro territorio e per l’esperienza acquisita potrà essere importante per la diffusione della stessa nelle altre realtà provinciali».