Come migliorare l’esperienza di lettura con l’ascolto

lettura+ascoltoLeggere un libro e contemporaneamente ascoltarne la lettura ad alta voce, fatta da un professionista, può avere effetti positivi sull’apprendimento, si pensi ad esempio a quello linguistico, ma non solo, può aiutare la memorizzazione di informazioni da un testo scolastico, o portare ad una maggiore empatica con i protagonisti di un testo letterario?

A queste domande cerca di dare risposta Lettura + Ascolto di Maurizio Falghera, opera pubblicata da Edizioni Enea che ho recentemente letto e ascoltato nella versione cartacea + audiobook.

Per prima cosa l’autore, dopo aver introdotto cosa sia l’audiolibro e come si sia evoluto nel tempo, forte anche della sua diretta esperienza nel settore, come sociologo, docente, lettore di audiolibri e, in seguito, come editore, descrive i processi cognitivi coinvolti durante la lettura, e quelli che invece vendono coinvolti dall’ascolto.

Il testo ha un intento divulgativo, pertanto, non approfondisce questioni mediche, ma basandosi sull’osservazione in diversi ambiti, come quello scolastico, e riprendendo le teorie di Gregory Bateson sulla descrizione doppia, introduce il concetto di doppia esposizione al testo.

Leggendo un testo si possono ottenere determinate informazioni e questo in seguito all’attivazione di alcune aree cerebrali. Stessa cosa avviene durante l’ascolto di un libro letto ad alta voce, anche se le aree cerebrali coinvolte cambiano, così come informazioni ed emozioni suscitate da quel testo, in questo caso ascoltato, anzichè letto.

Ma cosa avviene con una doppia esposizione, ovvero affiancando alla nostra lettura silenziosa di un testo anche l’ascolto, magari in cuffia, fatto da un lettore professionista?
Questa doppia esposizione è superiore, per processi cerebrali coinvolti, alla mera somma di lettura e ascolto, praticati separatamente.

Per comprendere e sperimentare direttamente le tesi esposte nel testo l’intero volume è stato letto dall’autore che invita ad ascoltarlo mentre lo si legge, ci sono inoltre dei brani che vanno prima letti, mettendo in pausa l’audio, e poi ascoltati, o letti ed ascoltati in contemporanea, per coglierne direttamente le differenze.

Cosa c’è rimasto più impresso? Cosa ci ha maggiormente emozionato, in quali casi ci siamo immedesimati di più con i personaggi?

La Lettura + Ascolto dovrebbe essere maggiormente studiata e proposta nelle scuole, non solo nei corsi di lingua. E’ un approccio al testo che permette di migliorare sensibilmente l’apprendimento, oltre che linguistico, anche emotivo ed empatico.

Leggere ed ascoltare contemporaneamente grandi classici della letteratura, nella nostra, così come in altre lingue, può portare insomma molteplici benefici, ancora poco noti e studiati, ma qualcosa, anche grazie a questo lavoro di Falghera, pare si stia finalmente muovendo, anche da noi in Italia.

Oltre ad aprire al confronto su temi di notevole interesse, quest’opera ha il pregio di presentare al lettore italiano un diverso punto di vista sull’audiolibro, troppo spesso considerato prodotto di nicchia, da relegare al solo utilizzo da parte degli ipovedenti, o di chi vuole imparare una lingua.

In altri paesi non è così e, l’audiobook, è da anni un prodotto editoriale con pari dignità rispetto al libro cartaceo e, agli ultimi arrivati, gli ebook.

Ascoltare un testo, in particolare se letto e registrato come si deve, può essere un piacere per ogni tipologia di lettore/ascoltatore e, come si capisce molto bene da “Lettura + Ascolto leggere un libro mentre lo si ascolta può portare vantaggi molteplici e regalare un’esperienza nuova e coinvolgente.

Purtroppo, rispetto al catalogo in altre lingue, nella nostra l’offerta di libri da leggere ed ascoltare è ancora limitata, ma grazie al lavoro di editori come Il Narratore, fondato dallo stesso Falghera, nel 1997, le cose stanno migliorando.

La tecnologia inoltre ci viene in aiuto e grazie al formato Epub3 rende i sempre più diffusi ebook interattivi e multimediali, permettendo di leggere sull’ereader il testo di nostro interesse e, contemporaneamente di ascoltarlo, meglio se con le cuffie, così da immergersi completamente nella doppia esposizione.

Adiobook per la Festa della mamma

Domani, 12 maggio, si celebrerà la Festa della mamma. Avete già pensato a come far sentire alla vostra mamma quanto le volete bene?
Ecco alcune proposte in audiolibro.

De il Narratore: “La Madre” di Grazia Deledda, un romanzo intimo e delicato che racconta magistralmente la sconfinatezza dell’amore materno.

Madri sono anche quelle raccontate da Gustave Flaubert in Madame Bovary e da Cristina Comencini in Quando la notte; l’una troppo proiettata nel suo mondo ideale e immaginifico per poter vivere nella realtà e l’altra incapace di accudire il figlio che pure sa di amare.

E madre è L’Accabadora di Michela Murgia, la donna che adotta come fill’e anima la piccola protagonista del romanzo e che, amorevole e pietosa come solo una madre sa essere, è disposta a porre fine alla vita di chi soffre troppo.

Questi sono solo alcuni degli audiolibri che potete trovare nel catalogo de il Narratore; oltre a questi vi aspettano oltre 700 titoli, in CD e Download.
In fine, non possiamo non citare Ti voglio bene mamma è la prima antologia in audio di poesie e pensieri di grandi autori dedicata alla mamma. Proposta da Alfaudiobook.

Uno, nessuno e centomila in Audio-eBook

Uno, nessuno e centomila è l’ultimo romanzo di Luigi Pirandello, nel quale la filosofia dello scrittore siciliano trova il suo totale compimento attraverso il protagonista, Vitangelo Moscarda, che assorbe in se, e supera, tutti i personaggi presenti nelle precedenti opere dell’autore.

Il Narratore Audiolibri propone Uno, nessuno e centomila in Audio-eBook, una soluzione che contiene sia l’audio che il testo (EPUB 3) e quindi permette di leggere, di ascoltare e di leggere+ascoltare in sincronia.

Uno, nessuno e centomila in Audio-eBook può essere letto e ascoltato su eReader, tablet, smartphone e PC.

Per maggiori informazioni visita il link: Uno, nessuno e centomila