Audiolibri ed e-book, come stanno cambiando le biblioteche

Il libro “elettronico” è sempre più protagonista, anche in biblioteca, e crescente è anche il successo degli audiolibri, sempre più richiesti ed apprezzati.

Era il 2007 quando Amazon presentò il suo primo Kindle, dispositivo digitale sul quale inizialmente pochi avrebbero scommesso, ma oggi basta dare un’occhiata alla fermata dell’autobus o in metropolitana per capire quanti, anche tra i non più giovanissimi, leggano con disinvoltura da ereader, tablet e smartphone, senza naturalmente rinunciare anche ai libri di carta, così come a giornali e riviste. C’è poi un altro interessante capitolo, quello degli audiolibri, forse meno evidente, infatti è difficile sapere se chi indossa delle cuffiette sta ascoltando musica o un romanzo.

Gli audiolibri non sono una novità, esistevano anche su disco e cassetta, ben prima degli e-book, ma oggi stanno riscuotendo un crescente successo, per molti addirittura sorprendente. Cresce anche il numero di editori si stanno interessando alla loro produzione, così come quello di librerie e biblioteche che vi dedicano delle apposite aree.

Gli audiobook sono generalmente in formato mp3, e possono essere sia grandi classici, che opere contemporanee. Pensati in un primo momento per persone con difficoltà di lettura (ipovedenti, anziani, bambini), oggi sono, per tutti, un modo diverso, innovativo ed emozionante per conoscere, o riscoprire, un testo letterario, così come un manuale o una guida.

Uno, nessuno e centomila in Audio-eBook

Uno, nessuno e centomila è l’ultimo romanzo di Luigi Pirandello, nel quale la filosofia dello scrittore siciliano trova il suo totale compimento attraverso il protagonista, Vitangelo Moscarda, che assorbe in se, e supera, tutti i personaggi presenti nelle precedenti opere dell’autore.

Il Narratore Audiolibri propone Uno, nessuno e centomila in Audio-eBook, una soluzione che contiene sia l’audio che il testo (EPUB 3) e quindi permette di leggere, di ascoltare e di leggere+ascoltare in sincronia.

Uno, nessuno e centomila in Audio-eBook può essere letto e ascoltato su eReader, tablet, smartphone e PC.

Per maggiori informazioni visita il link: Uno, nessuno e centomila

Buon compleanno iTunes

iTunes è oramai quasi un sinonimo di musica digitale e oggi, a distanza di dieci anni dalla sua nascita, oltre alla musica, ai film ai libri e ai videogames, è diventato anche sinonimo delle tante “apps”, per smartphone e tablet.

Era il 9 gennaio 2001, quando questo software rivoluzionario veniva lanciato, assieme all’iPod. Questa accoppiata ha cambiato per sempre il mondo della musica e non solo, aprendo la strada ad altri dispositivi, eredi e successori dell’iPod come il popolarissimo iPhone e l’ultimo nato iPad capaci, rispettivamente di rivoluzionare il mondo della telefonia mobile e di creare un nuovo mercato che presto pullulerà di proposte per tutti i gusti e tutte le tasche, quello dei tablet pc.

Dal 2001 ad oggi i clienti/utenti di iTunes hanno scaricato oltre 10 miliardi di brani musicali, ma anche film, serie tv e “apps” di ogni tipo.
Il catalogo, che all’esordio contava 200 mila canzoni, è arrivato al milione nel giro di un anno e in USA oggi questo negozio virtuale ha superato i negozi fisici della catena Wall Mart, aprendo la strada a moltissimi store e marketplace online.

Steve Jobs, come spesso nella sua vita, ha decisamente avuto un’intuizione vincente, ma naturalmente non ci si ferma qui: la nuova scommessa di Apple è infatti l’editoria, in particolare, vista la vocazione di iTunes, con gli audiolibri, ma non mancano gli e-book scaricati dal nuovo negozio iBookStore e un numero crescente di quotidiani e riviste che pubblicano applicazioni per leggere in un formato ottimizzato per iPhone e iPad, riviste e quotidiani, come “Repubblica” e “L’espresso”.